Lo Stadio "Carlo Angelo Luzi"

Questa sezione è interamente dedicata al piccolo, ma grande “Carlo Angelo Luzi”.

Piccolo se paragonato ad altre realtà del calcio italiano, ma grande, perché tante sono state le squadre e i campioni che questa struttura ha ospitato nei suoi quasi trenta anni di vita, di cui quattordici anni consecutivi nel calcio professionistico.

Cenni Storici

Carlo Angelo Luzi è stato presidente del Gualdo Calcio dal 1951 al 1974, rivestendo anche la carica di consigliere della Federazione Calcio Dilettanti. A lui è anche intestato il vicino palasport, donato proprio dall’imprenditore gualdese alla città.

Negli anni ’80, la città di Gualdo Tadino  avvertì l’esigenza di avvalersi di strutture più idonee ad una realtà sportiva che stava diventando sempre più ambiziosa. Fu così che nel 1986 vide la luce l’attuale stadio, che prese il posto del vecchio stadio comunale di via Lucantoni (anche questo dedicato a Carlo Angelo Luzi), poi dismesso. Nel dicembre del 2003 il piazzale antistante l’ingresso della tribuna è stato intitolato ad Angelo Barberini, presidente del Gualdo che ha sfiorato più volte la serie B negli anni ’90.

Caratteristiche

Lo stadio della A.S. Gualdo Casacastalda può accogliere circa 4.000 spettatori. L’ampia tribuna centrale, parzialmente coperta, è affiancata sulla sinistra dalla gradinata est, mentre sul fronte opposto sorge la gradinata ovest. Il piccolo settore di curva sul lato sud completa la struttura.

La A.S. Gualdo Casacastalda può contare per il proprio lavoro anche su strutture come l’antistadio in erba sintetica di Via Perugia, gestito dalla Coop Azzurra, e dal campo in erba di Casacastalda.

Hospitality

Lo stadio Carlo Angelo Luzi dispone oggi di tutti i confort necessari all’accoglienza di squadre ospiti, dirigenti, arbitri e stampa. Due spogliatoi separati (uomo e donna) per i direttori di gara, uno spazioso spogliatoio ospiti, una meeting room dedicata ai dirigenti ospiti (con distributori automatici di cibo e bevande).

Per i media: cinque cabine stampa in tribuna coperta, tutte con corrente elettrica e connessione wi-fi gratuita. A piano terra una moderna sala stampa dalla capienza di circa 30 posti a sedere, già dotata di luci televisive.

Curiosità

* Lo stadio Carlo Angelo Luzi fu inaugurato con la partita Gualdo – Pontevecchio, campionato 86/87 di Promozione Umbra (l’attuale Eccellenza).

* La curva sud (circa 700 posti) era originariamente sede dei tifosi locali, che poi si sono spostati nella tribuna scoperta. E’ stato interamente occupato nella stagione 2002/2003 dai tifosi della Fiorentina, giunti in massa a Gualdo Tadino in occasione della partita di campionato trasmessa anche su RaiSportSat.

* La gradinata est (circa 400 posti) a fianco della tribuna centrale, è stata costruita in occasione della promozione in C1 nel 1994. E’ stata inaugurata in occasione di Gualdo-Siena. Ora è dedicata alla tifoseria ospite, insieme alla curva sud.

* In una sola occasione i tifosi locali hanno occupato la gradinata ovest di solito dedicata agli ospiti. E’ successo il 12 giugno 1994 in occasione di Gualdo – Rimini (1-1). Dato l’alto numero di tifosi accorsi a festeggiare la matematica promozione in C1, fu loro consentito il cambio di settore.

* Il record di presenze è stato raggiunto in Gualdo-Trapani del 18 giugno 1995 e in Gualdo-Nocerina del 7 giugno 1998. 4.500 spettatori hanno assistito alle due sfide che vedevano il Gualdo impegnato nelle semifinali playoff per accedere alla serie B.

* Per quattro volte il Carlo Angelo Luzi è andato in diretta televisiva nazionale. E’ successo in occasione di Gualdo – Reggina (C1 94/95 – Tele+), Gualdo – Spal (finale di andata della Coppa Italia di C 198/99  – RaiSportSat), Gualdo – Fiorentina (C2 02/03 – RaiSportSat) e Casacastalda – Castel Rigone (serie D 2012/2013 – RaiSport1).

* Il “Carlo Angelo Luzi” nel corso degli anni ha ospitato formazioni blasonate e calciatori che poi avrebbero calcato i campi della serie A e indossato la maglia della Nazionale. E’ del settembre 1998 la partita del secondo turno di Coppa Italia con l’Udinese di mister Guidolin terminata 2-2. Anche il Genoa e il Torino hanno giocato al Luzi in impegni ufficiali di Coppa Italia, oltre ad altre importanti squadre quali Palermo, Ternana, Reggina, Avellino, Foggia, Lecce, Messina, Ancona, Reggiana, Spal, Perugia, Empoli, Siena, Catania, Cosenza, Treviso e tante altre.

* Tra i calciatori che hanno calcato l’erba del Luzi troviamo campioni del mondo come Toni, Grosso, Iaquinta, Materazzi, Barzagli, ma anche Montella, Nappi, Miccoli, Di Livio, Giannichedda, Jorgensen, Appiah, Amoroso, Di Napoli, Conticchio, Falsini, Pavarini, Tavano, Nakamura e tanti altri. Tra i tecnici vanno menzionati, oltre agli ex allenatori locali Novellino, Cavasin, Sonzogni e Giampaolo (da calciatore), i vari Del Neri, Guidolin, Baldini, Papadopulo, Radice, Castagner.

* Durante il campionato di serie C2 2003/2004, la squadra allenata da Agatino Cuttone e capitanata da Pino Brescia ha donato alla città un busto di bronzo che raffigura il presidentissimo Angelo Barberini. E’ ora posto all’ingresso degli spogliatoi.

carlo_angelo_luzi25
carlo_angelo_luzi2
carlo_angelo_luzi12
carlo_angelo_luzi4
carlo_angelo_luzi1
carlo_angelo_luzi6
carlo_angelo_luzi17
carlo_angelo_luzi15
carlo_angelo_luzi14
carlo_angelo_luzi16
carlo_angelo_luzi10
carlo_angelo_luzi11